Medicina Interna

La medicina interna è quella disciplina medica che ha come oggetto la “visione globale del malato”. Ciò vuol dire che l’internista è un medico addestrato ed abituato a tenere sempre presente che il malato è un’entità unica e complessa e non frammentata nei suoi singoli organi ed apparati. La medicina interna è quindi alla base di ogni disciplina specialistica e si avvale della collaborazione dello specialista per la risoluzione dei casi più complessi senza però perdere mai di vista la globalità della malattia e del paziente.

medicina-interna

I nostri medici internisti saranno perciò coloro che vi accoglieranno e vi guideranno in tutto il percorso diagnostico e terapeutico.

Al fine di arrivare ad una diagnosi corretta il rigore metodologico è fondamentale, per questo i nostri medici lavorano basandosi su protocolli comuni e consolidati seguendo quelli che sono gli standard riconosciuti a livello internazionale.

In particolare la visita clinica viene effettuata seguendo il metodo POA (approccio orientato al problema), un approccio logico che definisce come “problemi” i sintomi e i segni clinici dell’animale malato. Seguendo correttamente questo metodo risulta più facile individuare i problemi dell’animale e i meccanismi patologici che li generano, una volta compresi i meccanismi anche la malattia che genera i problemi sarà più facilmente individuata.

Il metodo prevede tre “step” principali che sono: la raccolta dei dati di base del paziente, cioè l’anamnesi e la visita (esame fisico), l’identificazione dei problemi ed infine la formulazione di un piano iniziale, cioè l’effettuazione di quelle procedure diagnostiche (esami del sangue, radiografie, ecografia ecc.) che permetteranno presumibilmente di arrivare ad una diagnosi e quindi di individuare la malattia/e all’origine dei problemi.

Il primo step è molto importante e nell’ambito di questo l’anamnesi riveste un ruolo fondamentale in medicina veterinaria. L’anamnesi è la raccolta di tutte quelle informazioni, notizie e anche sensazioni riguardanti il paziente che potranno aiutarci nel raggiungere una diagnosi. Ovviamente il nostro paziente non può esprimerci il suo malessere e sarete quindi voi i principali interpreti del suo disagio, quante più informazioni ci fornirete tanto più facile sarà l’individuazione del problema.

Non stupitevi quindi se prima di cominciare la visita ci metteremo al computer e vi porgeremo una serie di domande sulla storia recente e passata del vostro animale, sui sintomi attuali, sulle terapie in corso e su eventuali visite o diagnosi precedenti. Secondo alcuni Autori l’anamnesi spesso rappresenta il 50% della diagnosi e sottovalutarla sarebbe un grave errore.

Successivamente sarà effettuata la visita vera e propria che dovrà valutare tutti gli apparati e gli organi esplorabili compresi quelli spesso trascurati come l’occhio o il sistema nervoso.

Infine le eventuali procedure diagnostiche a seconda del tipo di problema individuato. Sarà il medico internista a guidarvi nella scelta degli esami più indicati.

La clinica si avvale di un laboratorio interno per le analisi del sangue in caso di urgenze, magari di notte o nel fine settimana, e di un laboratorio esterno nel caso si vogliano effettuare profili di analisi ancora più vasti o esami specialistici particolari (ormonali, sierologici, istologici ecc.).

La diagnostica per immagini è ormai utilizzata routinariamente nell’iter diagnostico e la clinica dispone di apparecchio radiologico per le radiografie, dell’intensificatore di brillanza per gli studi radiologici dinamici e del servizio di ecografia (cardiaca e addominale) disponibile anche in urgenza e nei weekend. Anche la videoendoscopia viene utilizzata in clinica a scopo diagnostico (gastro-duodenoscopia, broncoscopia, rinoscopia) per esplorare ed ottenere campioni bioptici o a scopo terapeutico come in caso di corpi estranei nasali, esofagei, gastrici ecc.

Se il vostro animale ha un problema contattateci, potremo fissare un appuntamento e scegliere il medico più indicato al vostro caso!