Caso clinico 6

Asia è una Labrador Retriever femmina sterilizzata di 11 anni. È stata portata in visita perché da due mesi si sveglia più volte durante la notte, chiedendo con insistenza di essere alimentata. In quei momenti è molto agitata, mentre durante il giorno riposa molto. I proprietari ritengono che questi comportamenti siano comparsi in seguito all’anestesia eseguita presso il M.V. curante per l’asportazione di un nodulo cutaneo. In attesa di svolgere la visita specialistica comportamentale è stata sottoposta a visita internistica, ed eseguito un profilo ematobiochimico completo, con profili urinario e tiroideo, al fine di valutare lo stato generale di salute.

Dalle prime indagini è emersa la presenza di IPERTENSIONE ARTERIOSA, associata ad una moderata TORTUOSITA’ dei VASI RETINICI. Gli esami del sangue hanno confermato gli effetti sistemici di tale alterazione, ed evidenziato la presenza di  IPOTIROIDISMO.

zampa

Si è perciò prescritta ad Asia una terapia ipotensiva a base di Amplodipina, i cui effetti verranno monitorati con misurazione successive della pressione arteriosa. Nel contempo ha iniziato la terapia integrativa con ORMONI TIROIDEI, cui è seguita la rivalutazione dei valori ematici, per stabilire la corretta posologia in base alla risposta del paziente.

I monitoraggi della pressione arteriosa e del profilo tiroideo, effettuati con regolarità nelle settimane successive, mostravano dei miglioramenti stabili dei rispettivi valori. Ciononostante, gli aspetti comportamentali non presentavano miglioramenti.

Nel frattempo è stata svolta la visita comportamentale. Dalla raccolta dei dati anamnestici e da quanto emerso in visita, Asia presenta una DEPRESSIONE DA INVOLUZIONE DEL CANE ANZIANO. Tale patologia è caratterizzata da una disorganizzazione dei sistemi emozionali e cognitivi (INVOLUZIONE) in soggetti anziani, con agitazione scatenata da qualsiasi stimolazione intensa (rumori, estranei, movimenti dei proprietari), cui possono accompagnarsi altri atteggiamenti tra cui comportamenti infantili, come l’esplorazione orale dell’ambiente, perdita di autocontrolli, comportamenti alimentari ed eliminatori scorretti, alterazioni del ciclo sonno-veglia. È stata prescritta una terapia comportamentale, che reintegrasse alcuni rituali di gestione e comunicativi, tale da dare maggiore stabilità emozionale ad Asia. In supporto è stata prescritta una terapia farmacologia a base di Selegilina.

Al primo aggiornamento, dopo 10 giorni di terapia comportamentale e farmacologica, i proprietari ci riportano che Asia è già molto migliorata, il ritmo sonno-veglia è quasi completamente rientrato nella norma, con il primo risveglio alle prime ore del mattino, orario a cui era abituata in passato.

Fra un mese verrà valutata la sospensione del supporto farmacologico per l’aspetto comportamentale.

Quando si presenta un caso comportamentale, è necessario che il Medico Veterinario Comportamentalista sappia esaminare il paziente sotto ogni aspetto, e mentre valuta gli aspetti comunicativi, relazionali e gestionali della famiglia in cui vive, possa escludere (o diagnosticare e curare) eventuali patologie organiche, con esami specifici che vengono valutati di volta in volta.

Allo stato attuale Asia è tornata ad essere il cane di sempre, e la sua famiglia è tornata a condividere felici passeggiate diurne e un sereno riposo notturno con il proprio amico quattrozampe!