Caso clinico 2

Max è un cane meticcio, maschio, intero di 8 anni di età (foto). Il proprietario lo porta in clinica in urgenza per un episodio di vomito di abbondante liquido gastrico, sospettando la presenza di una torsione gastrica. La precedente esperienza di torsione gastrica di un altro dei suoi cani ha determinato l’urgenza della visita.

In realtà Max sembra essere in buone condizioni generali e l’addome non appare dilatato come di solito avviene in corso di torsione. Per motivi prudenziali viene effettuata una radiografia addominale (vedi foto) che inaspettatamente mette in evidenza un’immagine compatibile con una massa nella parte anteriore dell’addome subito posteriormente al fegato, zona di pertinenza della milza (area rotonda al centro dell’addome). Come ulteriore passo diagnostico  per definire la localizzazione e il tipo di lesione viene eseguita un’ecografia addominale da cui risulta la presenza di una massa di circa 12 cm a carico della milza ed un moderato versamento addominale, probabilmente un’emorragia legata alla parziale rottura della massa.

 

Il cane è stato ricoverato e monitorato con esami del sangue che risultano tutto sommato buoni (moderata anemia e leucocitosi). Durante la notte di ricovero i livelli di globuli rossi e proteine di Max sono calati per progressione dell’emorragia addominale rendendo necessaria una trasfusione di sangue intero, utile per correggere l’emorragia e per fornire al cane preziosi fattori della coagulazione. Spesso infatti, in caso di tumori splenici (a carico della milza), la coagulazione subisce gravi alterazioni. Dal cane donatore, fornito dal propietario di Max, sono stati prelevati 450 ml di sangue, in sedazione (foto). Alle prove di compatibilità il sangue è risultato idoneo per la trasfusione.

Dopo trasfusione l’animale è stato sottoposto a chirurgia addominale ed asportazione della milza (splenectomia) e della massa. L’esame istologico dovrà confermare il sospetto di tumore della milza.

L’emangiosarcoma splenico è un tumore frequente nel cane e colpisce soprattutto animali anziani di grande taglia. L’insorgenza dei sintomi è spesso improvvisa per rottura della massa ed emorragia addominale, l’animale colpito manifesta debolezza improvvisa, dolore addominale, mucose pallide e tachicardia per stato di shock. Sarebbe utile accorgersi della patologia prima che avvenga la rottura della massa, ma spesso purtroppo questo non succede.

Nel nostro caso la presentazione è stata atipica, se ci fossimo limitati alla sola visita clinica non avremmo individuato il problema;  a volte un esame in più può essere determinante!