Caso clinico 1

Sophie è un gatto Europeo, femmina sterilizzata, di 6 anni di età. E’ stata portata alla visita per un consulto in seguito ad una diagnosi di diabete mellito. La gatta inoltre soffre da diverso tempo di una stomatite grave che le determina intensa salivazione e difficoltà a mangiare. Già da alcuni mesi viene sottoposta a terapia con cortisonici iniettabili ad effetto deposito.

 

All’esplorazione della bocca l’animale presenta una gravissima stomatite con un’eccezionale proliferazione della mucosa buccale in partenza dalla base della lingua tanto da invadere buona parte della cavità orale e del faringe, rendendo quasi impossibile la normale deglutizione del cibo (vedi foto).

Gli esami del sangue effettuati hanno confermato la presenza del diabete mellito, probabilmente indotto dalle terapie cortisoniche deposito somministrate troppo frequentemente ed escluso la presenza di infezioni virali da FELV o FIV. E’ stata prescritta una terapia con insulina ad azione intermedia mattina e sera per stabilizzare la patologia diabetica ed una terapia antibiotica per la stomatite.

Dopo circa 20 giorni non si osservavano miglioramenti significativi della stomatite e si procedeva quindi all’asportazione chirurgica della mucosa buccale ridondante (foto) ristabilendo una normale pervietà della cavità orale e faringea. (FOTO post-chirurgia)

L’esame istologico del tessuto asportato evidenzia una stomatite iperplastica cronica plasmacellulare grave diffusa con ulcerazioni multifocali e sialoadenite suppurativa cronica focale.

Attualmente l’animale rimane in cura con terapia immunosoppressiva per la stomatite a base di ciclosporina